HOME M3 SERVIZI CLIENTI DOWNLOAD NEWS CONTATTI

LA MISSIONE DI M3

M3 Business Management accompagna le società brasiliane e internazionali a competere al meglio nel mercato brasiliano e internazionalizzarsi in Cina, Asia, USA e Europa in modo vincente.

La conoscenza delle logiche di business in Brasile e nel Mondo sono il nostro valore aggiunto.

Risorse Professionali

TEAM

PARTNERSHIP


Competere in Brasile.

Il Brasile è ormai entrato nel Gotha economico mondiale, grazie alla forte crescita dei consumi interni e al boom delle esportazioni.

Amplificato da un Real forte, da qualche anno si assiste ad un fenomeno pericoloso, il disequilibrio della bilancia dei pagamenti, frutto sia di un aumento vertiginoso dell’import di tantissimi beni e servizi sia della difficoltà delle aziende brasiliane nell’export di prodotti ad alto valore aggiunto.

La conseguenza è che il Brasile si sta fortemente deindustrializzando.

Il fenomeno è tanto marcato che il Governo e i vari Stati stanno facendo a gara per mettere sul tavolo ogni giorno nuovi incentivi finanziari e fiscali.

Un aiuto certo importante, ma che in realtà non risolve altri problemi strutturali che spesso le aziende brasiliane devono affrontare per restare competitivi sul mercato interno.

Di cosa ha bisogno il Brasile?

Know-how di tecnologia (processo e prodotto), strategia, marketing, canali distributivi, risorse umane, internazionalizzazione, accesso a best practices internazionali, forti partnership internazionali.

 

Chi si internazionalizza con successo ha lo stesso DNA.

Nel mondo alcuni paesi sono più aperti al commercio internazionale, mentre altri lo sono molto meno imponendo barriere di vario tipo, doganali, burocratiche, etc.
Ma questo non ha impedito a tante imprese di avere un grande successo in tutto il mondo. Come ci sono riuscite? Un’analisi dettagliata ha mostrato lo stesso DNA.

Sono tutte entrate nei vari paesi investendo strategicamente in produzione e commercializzazione locale.

Le imprese che non hanno ancora affrontato il percorso di internazionalizzazione  hanno spesso difficoltà nell’interiorizzare questo concetto.
La realtà mostra chiaramente che NON si può fare business da lontano cercando meramente ipotetici distributori locali dei propri prodotti.

Il livello minimo, spesso non sufficiente, di entrata in un paese straniero è l’apertura di una forte sede commerciale con servizi pre/post-vendita e l’integrazione con le componenti della catena del valore a monte e a valle a livello locale.

Internazionalizzarsi in Brasile.

Il Brasile non è più il paese del futuro. E’ il paese del presente, con usi e costumi specifici.
Per fare business è fondamentale conoscerli e capirli nella loro portata e interezza.

Anche in Brasile chi è venuto ed ha avuto successo è perchè vi ha investito strategicamente.

I brasiliani, a livello sia B2B che B2C, scelgono fornitori e parter in funzione di:

  • ✔ prossimità

scelgono chi produce e vende sul suolo brasiliano (brasiliani o stranieri che sono diventati “brasiliani” a tutti gli effetti) in quanto la vicinanza fisica genera fiducia ed empatia. Il brasiliano vuole parlare portoghese con fornitori e partner e li vuole “vicini di casa”.

  • ✔ atteggiamento attivo nell’acquisto

amano essere loro stessi a scegliere il fornitore / partner / prodotto in funzione delle necessità. Rifiutano di “essere scelti” da altri come obiettivo di vendita, rifiutano essere considerati come soggetto passivo.
Il Brasile è apertissimo agli investimenti diretti, in particolare produttivi, con importanti politiche incentivali di natura fiscale (finanziamenti a fondo perduto e a  tassi agevolati, sgravi fiscali) tanto da essere teatro di forte competizione tra i suoi 27 stati su “chi offre gli incentivi più attraenti”.
Per avere successo nella terra verde-oro si deve investire in Brasile e sul Brasile, considerando il paese come opportunità strategica.

Le logiche di business in Brasile.

Il Brasile può apparire molto complesso e confuso. Lo è.
Per questo è necessario capirne le logiche di business.
La normativa fiscale, del lavoro e doganale, a prima vista molto oppressive, hanno portato alla creazione del “Sistema Brasile”, per la realizzazione di forti marginalità.

Sostanzialmente si aumentano piu che proporzionalmente i prezzi, secondo dei  moltiplicatori.
Quindi il prezzo finale ad ogni passaggio della catena del valore (o filiera) risulta 2, 3 o più volte superiore rispetto ai prezzi che si riscontrano in altri paesi occidentali a parità di prodotto.
A parità di costi variabili e fissi, i margini finali diventano cosi molto alti.

Internazionalizzarsi in Cina, Asia, USA, Europa e Latam.

Nel mondo di oggi, e sempre più nel mondo di domani, vincerà chi sarà riuscito a internazionalizzarsi in tutte le aree ricche e importanti del mondo.
L’essere presenti in un solo paese non garantisce la perpetuità del successo. Chi è più grande e più presente nel mondo, ha spesso tutto ciò che serve per imporsi ovunque.
Testa, cuore e braccia sono sempre più distribuiti nel mondo come garanzia di successo.

Ovviamente ogni paese e area del mondo fanno un pò storia a se pertanto è fondamentale conoscerli e capirne le logiche per entrarvi da vincenti.
Nel caso del Brasile, Top prority del Governo per i prossimi 20 anni è l’esportazione, aiutare le aziende brasiliane a esportare beni e servizi ad alto valore aggiunto.
Anche in questo caso le agevolazioni sono importantissime.

Moltissime aziende internazionali hanno scelto e stanno scegliendo i il Brasile come piattaforma di esportazione, non solo per l’America Latina ma per tutto il mondo.